Post

Visualizzazione dei post da Agosto, 2011

Una parola, un verso: ventitreesima - silenzio.

Immagine
silènzio s. m. [dal lat. silentium, der. di silens -entis, part. pres. di silēre «tacere, non fare rumore»]. – a. Assenza di rumori, di suoni, voci e sim. “sovrumani Silenzi, e profondissima quïete Io nel pensier mi fingo (Leopardi); b. zona di silenzio, o zona d’ombra, per analogia con le onde luminose, la zona che non può essere raggiunta da segnali; c. il fatto di non parlare o di smettere di parlare per un certo periodo di tempo; d. il non dare notizia di sé, né per lettera né con altri mezzi di comunicazione.

Silenzio. a cui non sarete abituati, a cui deciderete di resistere e a cui sentirete di non poter arrivare. Silenzio, sulle piattaforme di quarzo e granito che disegneranno il suo regno, fra le cime di verde onnipresente, che assalteranno l’occhio e scuoteranno il respiro. Silenzio, accarezzerà i tetti rossi, i mulini squadrati, l’erba che sembra bosco, il sasso che sembra montagna, l’acqua che sembra padrona, il vento, che sembra dissolversi, assorbito da una costellazione di …