domenica 26 febbraio 2012

Libri Come, Festa del libro e della letteratura a Roma


Ci siamo!
Affilate le menti e preparate i taccuini. Fra dieci giorni riparte, per il terzo anno consecutivo, Libri Come, la Festa del libro e della letteratura organizzata a Roma, all’Auditorium Parco della Musica, dall’8 all’11 marzo. Un'opportunità d’incontro diretto fra lettori e scrittori, che vi permetterà di costruire nuovi miti e sfatarne molti altri, seguendo l’antica regola che sconsiglia caldamente di conoscere il vostro scrittore preferito. Se infatti (Proust insegna) la lettura è una chiacchierata con voi stessi più che con l’autore delle parole che i vostri occhi interrogano, ricordate che a lui si deve l’aver iniziato un percorso, che però sta a ognuno di voi concludere, a vostro piacimento.
Niente paura, osare è sempre la scelta migliore e ogni regola va seguita con ossequiosa moderazione, altrimenti potreste rischiare di avvistare Oscar Wilde, nascosto dietro ad ogni angolo, mentre vi incita, con una sequela di aforismi, a violarla.  
L’anno scorso ho avuto la possibilità di derogare a questa regola incontrando la mente di Zygmunt Bauman, ospite (insieme al suo magrissimo e ossuto corpo) della seconda edizione di Libri Come e ancora mi fremono le dita dalla quantità di appunti e succosi dubbi che questo grande filosofo e sociologo mi ha donato in una manciata di minuti, dubbi che hanno scalato la superba cima delle libertà a cui io e le centinaia di persone sedute con me in quell'auditorium tentavamo di aggrapparci. Quindi non esitate e concedete più spazio alle vostre menti.
Quest’anno Libri Come ospiterà autori come Ammaniti, Baricco, Banville, Camilleri, Coe, Egan, La Capria, Lodoli e Merrill Block, oltre ad alcuni filosofi come Cacciari, Ferraris e Todorov. Ci vediamo in sala.

Per approfondimenti e programma: 

__

Nessun commento:

Posta un commento